Per fortuna esiste chi ci fa pensare che le cose possano cambiare. Ci sono imprenditori con la I maiuscola che sanno coniugare la gestione di un’azienda capitalistica all’avanguardia e il lato umano del lavoro, ispirati dalla ricerca del bene e del bello.

Brunello Cucinelli, meglio conosciuto come il Re del Cashmere, ha creato un’azienda di tradizione tutta italiana nel cuore storico della campagna umbra tra le più conosciute ed apprezzate anche all’estero.

brunello-cucinelli-1 photo web credit

“I believe in quality and beauty. I think that quality cannot exist without humanity” B. Cucinelli

Il caso-Cucinelli è stato studiato dalle più prestigiose università per questa naturale capacità a coniugare tradizione e modernità, obiettivi aziendali e umanità. Il lavoratore, indipendentemente dal ruolo, partecipa in modo attivo alla vita dell’azienda: come tanti fili di lana che intrecciandosi danno vita ad un tessuto prezioso. E questo “Bene Supremo”, obiettivo sposato e condiviso da tutti, è la polvere magica che rende ognuno responsabile del proprio lavoro senza necessità di fiscalismo e vessazioni. “Un gruppo unito, dove ognuno ha un ruolo da svolgere per il bene di tutti”

“Non può esserci qualità senza umanità” B. Cucinelli

E lo scorso anno l’abnegazione e la fedeltà dei dipendenti è stata premiata da una divisione degli utili- pari a circa 5 milioni di euro in totale – che ha portato nelle loro case un inaspettato e consistente premio extra. Perché il Cucinelli-pensiero considera il denaro un vero valore solo quando è speso per migliorare l’esistenza umana.

brunello-cucinelli

photo web credit

La famiglia Cucinelli – tutti belli come i protagonisti di Beautiful – ha patrocinato, sponsorizzato e incoraggiato innumerevoli iniziative culturali promuovendo la costruzione di aree verdi e curando il recupero e il restauro di opere di interesse storico come quelle danneggiate dal terremoto. Tra i suoi dipendenti ha promosso il “Bonus Cultura”, grazie al quale le spese per libri,cinema, teatro sono rimborsate dall’azienda. Un’iniziativa lodevole che premia, oltre alle persone, anche la cultura nel nostro Bel Paese.

ESSERE DIVERSI SI PUO’, FARE LA DIFFERENZA ANCHE…

Condividi

Commenta