Non tutti hanno la fortuna di trovare il lavoro ideale. Molte scelte dipendono dalla casualità, e anche di più dalla necessità di essere indipendenti economicamente. Ci si adatta e si cercano i lati positivi: essere professionisti è anche questo..

Io ho sognato da sempre di essere autosufficiente. E con il primo lavoro fisso mi sono comprata casa: una piccola mansardina che ha reso possibile tutto ciò che ho costruito finora.

Ho deciso di non soffermarmi su ciò che mi piaceva fare. Ho cercato di costruire il lavoro che avevo a mia misura, esaltandone gli aspetti positivi. Mi sono inventata e reinventata più volte. E guardandomi indietro non rimpiango nulla.

Ma solo ora so qual è il lavoro ideale per me! Fare la mamma … la vostra mamma. Non era un’ambizione, ma è diventata una consapevolezza maturata con me e con il tempo.

picture by Joblogs

Lo capisco quando, in mattine come questa, vorrei darvi più tempo e più attenzioni. Vorrei prepararvi con le mie mani una merenda salutare e nutriente. Vorrei avere la crostata appena sfornata per colazione.  E i vostri vestiti preferiti sempre puliti e stirati.

E invece spesso, troppo spesso sono quella che al mattino vi urla di sbrigarvi. Quella che si incavola se perdete tempo guardandovi allo specchio invece di lavarvi i denti. Che trova irragionevole sistemarsi mille volte un calzino che probabilmente andava già bene così.

Perché i secondi corrono veloci e quel benedetto cartellino va timbrato in orario.

E io vorrei darvi il vostro tempo. Che di corse ne dovrete fare anche troppe nella vostra vita adulta. Vorrei avere più tempo di parlare con le vostre maestre e di ricordami tutti i vostri appuntamenti. Vorrei non sentirmi sempre in rincorsa e in affanno.

Mamma se non ci fossi bisognerebbe inventarti e io ti rifarei proprio così come sei. Cit. 

Ma poi, come per magia, siete proprio voi che mi date la forza: perché mentre vi rimprovero dico qualcosa di buffo e scoppiamo a ridere. E quando vi soffio il naso e vi allaccio le scarpe in ascensore “per fare prima” mi dite che sono una mamma un po’ pazzerella. Ma a voi va bene anche così.

picture by Joblogs

Perché alla fine il tempo insieme è poco, ma abbiamo tutti imparato a viverlo intensamente. E tornare a casa è sempre una gioia.

Siccome mamma non può esserci sempre, le volte in cui riesce ad esserci hanno un sapore speciale.

Oggi voglio vedere il bicchiere mezzo pieno e spero di riuscire ad insegnarvi ad andare avanti con la testa alta, anche quando il cuore è altrove. A non rinunciare a quel sogno nel cassetto, ma a restare ben ancorati alla realtà . Che alla fine un lato positivo si trova sempre in ogni situazione e il mondo è fatto di infinite opportunità per chi sa cercarle o costruirsele.

Sono una mamma un po’ disorganizzata e caotica, ma i vostri sorrisi mi confermano che mi amate e siete felici anche così.

Non è possibile essere una madre perfetta. Ma ci sono milioni di modi per essere una buona madre. -Jill Churchill-

E nessun lavoro sarà mai bello e appagante come accompagnarvi in questa meravigliosa avventura che è la vita. Come una roccia sarò sempre lì al vostro fianco: avrò solo qualche avventura in più da raccontarvi la sera quando, finalmente, sarete di nuovo tra le mie braccia.

Condividi

2 COMMENTS

    • Grazie davvero Patrizia ! Ho scritto questo post di getto dopo una mattina incasinatissima … ma sono davvero convinta che la qualità del tempo insieme sia fondamentale !

Commenta