DA QUALCHE GIORNO I NOSTRI BIMBI SONO AL MARE CON I NONNI

TADAAAAA ! SQUILLI DI TROMBA …

E’ la prima volta, dopo più di 6 anni. che ci separiamo da loro.

Intendo entrambi, contemporaneamente

Mi mancano ? infinitamente … anche più di quanto potessi immaginare. Mi trascino, faccio le cose di tutti i giorni ma in fondo al mio stomaco c’è un peso, anzi un vuoto.

picture by Joblogs

Sarà che in più 6 anni è la prima volta che siete lontani. Mai rimasti per più di poche ore lontani da almeno uno di noi due … mamma o papà ci sono sempre stati.

E all’improvviso siete partiti: con le vostre piccole valigie e i vostri sorrisi felici e sicuri che contrastavano un po’ con i pelouches che tenevate stretti i mano. Quelli di sempre, quelli senza i quali non si può dormire.

Un saluto veloce e via verso una nuova avventura tutta per voi. C’è magia anche in questo vedervi crescere e allontanarvi un pochino.

Durante il giorno c’è il lavoro, ci sono gli impegni, gli orari e le scadenze. Ma quel vuoto non molla mai.

Mi manca stringervi, toccarvi, sentire il vostro profumo. Eh si: mi mancano anche le levatacce al mattino, i mille “sbrigati che è tardi” e le lagne perché non vi volete lavare i denti. Forse ho più tempo per me, per guardarmi intorno, per scoprire la città e rivivere i ritmi lenti di quando eravamo solo noi due: ma credo che con quelle due piccole valigie vi siate portarti via i miei occhi, un pezzo del mio cuore e lo stupore per le cose belle.

Senza di voi sono ancora io ma non mi sento completa. Forse perché ho sempre pensato di poter far tutto con voi: e voi mi avete sempre dato conferma che condividere ogni cosa era possibile.

E ora senza di voi non c’è gusto !

Ma sarò forte! Questa volta sarò io a ricacciare indietro le lacrime sapendo che ve la state spassando alla grande.

Questo è il vostro primo grande passo sulla scala della vita. La Vostra vita. Vi ho ancorato ad una corda di sicurezza e spero di aver fatto un buon lavoro: ma ora siete voi a dover volare da soli. E imparare a gestire i momenti di malinconia e di sconforto contando sulle vostre forze.

picture by Joblogs

Per il prossimo week-end saremo genitori con la valigia, e fingeremo che sia stato facile. Ma verremo a fare una scorta di abbracci e di baci per i giorni che ancora ci separeranno, che alla fine è questa la vera benzina del nostro motore. E in questi giorni viaggiamo in folle: sperando che la discesa ci aiuti ad andare avanti.

 

 

Condividi

2 COMMENTS

  1. Ho la lacrimuccia, che post stupendo!
    Ti cito:
    “Senza di voi sono ancora io ma non mi sento completa. Forse perché ho sempre pensato di poter far tutto con voi: e voi mi avete sempre dato conferma che condividere ogni cosa era possibile.”
    Hai descritto perfettamente il mio essere mamma. La mia prospettiva è la stessa tua.
    Mi viene in mente la canzone Dmdi Elisa, mi viene in mente che prima o poi succede, che è giusto, ma quando sarà così anche per noi, beh troverai anche il mio cuore perso per il mondo senza di loro

    • E’ stata davvero dura ! Anche per mio marito all’apparenza più forte … Ci siamo sentiti persi e incompleti. La vera prova al di fuori della confort zone è stata la nostra. Loro si sono adattati fieri e sicuri e ne sono usciti più forti e uniti che mai ! E alla fine ci siamo detti : abbiamo fatto un buon lavoro !!

Commenta